Il Locale

News e Eventi

I Menù

I Vini

Galleria

Informazioni

Newsletter



Per prenotazioni
telefonare
al n. 0522/989157



APERTO ANCHE A PRANZO

Chiuso il lunedí

 

Il Locale

La Rostaria nasce nel 1994 per mettere a frutto l’esperienza di tanti anni di lavoro e passione di Luciano Tognetti e la moglie Giusi che hanno dato vita al ristorante ubicato nell’antica scuderia e cantina del Castello di Arceto.
Una sala moderna dai toni raffinati in ambiente storico, resa ancor più piacevole da un servizio attento e cordiale dai toni famigliari, sarà pronta ad accogliervi.
Dopo anni di soddisfazioni dove la passione per la cucina l’ha fatta da padrone, con il coinvolgimento dei figli, Alessandro e Andrea, il sogno realizzato ha avuto seguito con tutte le motivazioni che due ragazzi giovani possono dare.
Da ciò la voglia di dare una maggiore offerta alla nostra clientela, aprendo anche a pranzo.
Troverete in questo ambiente accogliente la piacevolezza di pranzare o cenare con varie proposte che spaziano dalla cucina tradizionale emiliana a piatti più creativi, sempre nel rispetto della qualità della materia prima. Pesce, funghi e tartufi in stagione sono materie prime importanti nella nostra cucina.

CENNI STORICI
Le prime notizie del Castello risalgono al X Secolo, quando esso apparteneva alla Chieda di Reggio. In seguito fu ceduto ai Malapresa e quindi passò alla famiglia dei Fogliani (alleati dei Vistconti contro gli Estensi). Nel 1414 il Castello, conquistato dagli Este, fu dato ai Boiardi e per oltre tre secoli esso seguì le vicende della vicina Scandiano passando successivamente ai Thiene, ai Bentivoglio, agli Estensi. Nel 1740 il Duca Francesco III distaccò Arceto da Scandiano e il Castello appartenne ai De Mari (origine Genovese) e infine agli Spinola che furono gli ultimi proprietari.

 

NOTIZIE ARCHITETTONICHE
L’edificio è stato rimaneggiato nel corso di tutta la sua storia; abbellito dai Boiardi, curato dai Thiene e dai Bentivoglio, venne invece trascurato dagli Este, ma fu il Marchese De Mari che lo fece risorgere con nuove costruzioni. Oggi presenta una struttura complessa, a metà tra Castello, Rocca e Villa Patrizia. Il corpo della Rocca vede ergersi sul lato sud due torri alte venticinque metri. La torre ovest è più snella dell’altra e contiene, al suo interno, uno scalone affrescato del ‘700. Il Castello ha i muri esterni a secco con spessore che varia dai 2,2 metri a 30 centimetri, all’interno vi sono pavimenti tardo settecenteschi in cotto e camini settecenteschi. La sala dell’attuale Ristorante era una volta adibita a scuderia per i cavalli e vi si trovava anche un pozzo. I locali delle odierne cucine erano invece cantine mentre nella zona dei servizi si narra esistesse un pozzo, le cui pareti avevano lame sporgenti, che veniva utilizzato per sopprimere nemici o ospiti sgraditi.

 
RISTORANTE ROSTARIA AL
CASTELLO, presso il Castello di Arceto (RE) in Via Pagliani 2 - P.IVA: 01566250351